Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Monumenti A-J
Monumenti J-N
Monumenti O-Ž
Mappa dei monumenti
Zone monumentali
Le torrette panoramiche
Luoghi di pellegrinaggio
Skalná – castello di Vildštejn 

Skalná – castello di VildštejnIl castello di Vildštejn sorge su un promontorio granitico di medie dimensioni lambito dal ruscello Sázek, a sudovest della cittadina di Skalná e circa 10 km a nord di Cheb. Un fossato divide le due sezioni del castello dalla città, oltre il quale sorgeva il recinto esterno. La sua superficie è parzialmente occupata dal palazzo semidistrutto e da un piccolo edificio ancora abitato. Oltre il recinto esterno, il promontorio granitico è intersecato da un secondo fossato che separa il nucleo del castello, costituito da un compatto edificio a tre piani. Le ristrutturazioni del XV e XVI secolo hanno conferito al castello il suo aspetto attuale.

Skalná – castello di VildštejnFondato intorno al 1200 circa, il castello è una delle sedi nobiliari più antiche della provincia di Cheb. Viene menzionato per la prima volta nel 1224 nel predicato di Gerold - Geroldi de Wiltstein, probabilmente appartenente alla famiglia Nothaft. Un membro storicamente documentato di questa famiglia, Albrecht Nothaft, utilizzò il predicato “di Vildštejn” per la prima volta nel 1225. I Nothaft appartenevano alle più importanti famiglie ministeriali e post-ministeriali di Cheb. Così come la maggioranza delle altre famiglie ministeriali, intorno al 1200 abbandonarono il castello di Cheb e si trasferirono proprio a Vildštejn, colonizzando gradualmente gli ampi spazi circostanti ed estendendo i propri territori anche grazie all’aiuto di ministeriali e valvassori propri. 

Negli anni Novanta del XIII secolo Engelhard Nothaft di Vildštejn e i suoi figli vendettero o cedettero gradualmente la maggioranza dei territori di Vildštejn all’interno della regione storica di Cheb alle autorità laiche e soprattutto religiose (il monastero di Waldsassen, il monastero delle clarisse di Cheb, la commenda dei cavalieri tedeschi di Cheb). Prima del 1298, Engelhard Nothaft si trasferì nel castello di Wernberg, forse ottenuto come attraverso la dote di sua moglie Adelheid, figlia di Konrad di Paulsdorf. Il 24/9/1298 Adelheid impegnò il castello di Vildštejn al genero, Jan Rab di Mechelsgrün, con un’opzione di acquisto valida un anno. La transazione fu intermediata da Teodorico, abate del monastero di Waldsassen. L’acquisizione non fu portata a termine, per cui il castello restò di proprietà dei Mechelsgrün. Il ramo più antico della famiglia Nothaft si spostò nell’Alto Palatinato; il castello Runding presso Cham divenne la sede principale dei Nothaft dopo quella di Wernberg. Il casato si estinse con la morte del conte Johan Heinrich, nel 1734.

La proprietà dei Mechelsgrün passò nel 1394 ai Frankengrüner, una famiglia borghese di Cheb, e nel 1439 ai Gumerauer, un’altra famiglia di Cheb che visse nel castello fino al 1521, quando l’intero feudo fu acquistato dagli Šlik. Nel 1531 Albrecht Šlik vendette il castello a Wolf di Wirsperg, la cui famiglia divise il feudo in due parti. Nel 1596 Jan Ondřej Trautenberg acquistò il feudo e i vicini territori di Starý Rybník (Altenteich). La ristrutturazione condotta intorno al 1763 trasformò gli edifici più antichi del recinto esterno in un nuovo palazzo che fu adibito a residenza principale. Nel 1799 Horní Vildštejn (Vildštejn Superiore) e il castello furono acquistati da Jiří Jan Wilhelm, già proprietario di Starý Rybník, cui ben presto si aggiunse anche Dolní Vildštejn (Vildštejn Inferiore). L’antico castello fu utilizzato principalmente ad uso economico, con una malteria e degli spazi per lo stoccaggio. Nel 1884 Alfréd e Karel Wilhelm di Helmfeld vendettero Vildštejn a Engelhard di Wolkenstein-Trostburg; alla fine della prima Guerra Mondiale la proprietà passò all’imprenditore industriale Geipel, la cui famiglia ne mantenne il possesso fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Attualmente, il castello romanico e il palazzo nel recinto esterno sono di proprietà privata, ed è in corso una loro ristrutturazione in centro turistico.

Curiosità: Strega o dama bianca?

Collegamenti:

http://sweb.cz/www.wildstein.cz/o_hradu.htm
http://hrady.dejiny.cz/skalna/ 
http://www.hrady.cz/index.php?hid=282