Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Monumenti A-J
Monumenti J-N
Monumenti O-Ž
Mappa dei monumenti
Zone monumentali
Le torrette panoramiche
Luoghi di pellegrinaggio
Podhradí nei pressi di Aš – rovine di Neuberg  

Podhradí nei pressi di AšAll’inizio del XIII secolo i signori di Neuberg s’insediarono nei territori ad est di Aš e costruirono un nuovo castello sull’alto promontorio roccioso. Il castello è menzionato per la prima volta nel 1288, quando l’imperatore lo concesse come feudo ai signori di Plavno per un breve periodo. I Neuberg riottennero ben presto la proprietà del castello, mantenendola fino alla morte dell’ultimo erede maschile nel 1395, quando entrò a far parte dei possedimenti degli Zedwitz come dote matrimoniale. Gli Zedwitz furono proprietari del castello per 550 anni, fino al 1945. Durante il loro governo costruirono nelle immediate vicinanze altre tre sedi nobiliari chiamate Horní zámek (Palazzo Superiore), Nový zámek (Palazzo Nuovo) e Dolní zámek (Palazzo inferiore).

L’originario castello romanico fu costruito nella zona settentrionale. In seguito, forse nel XIV secolo, su un’altura rocciosa fu costruita una torre circolare, oggi alta 21,5 m. Il castello fu abbandonato nel XVI secolo e completamente distrutto da un incendio a cavallo tra il XVI e il XVII secolo; i resti dell’edificio furono demoliti e utilizzati come materiale di costruzione.

Il castello fu sostituito da un nuovo palazzo in stile rinascimentale nella zona nordoccidentale, il cui aspetto originario non è documentato. Dopo essere stato distrutto dall’esercito svedese tra gli anni Trenta e Quaranta, e di nuovo alla fine del XVII secolo, quello che si presume essere stato un palazzo a tre ali fu ampiamente ristrutturato e ottenne la forma di un grande edificio rettangolare a due piani. Dopo l’incendio del 1902 fu abbandonato e cadde in rovina. Si sono preservati solo i resti delle mura perimetrali.

Dopo la suddivisione dei territori del feudo tra diversi rami della famiglia Zedwitz, i membri di uno di questi rami costruirono nella parte alta a nordovest del villaggio una nuova residenza, successivamente chiamata Palazzo Nuovo (Nový zámek), un edificio rettangolare a due piani esposto a sud. Negli anni Sessanta dello scorso secolo l’edificio fu demolito per via del suo stato pericolante; oggi restano solo gli spazi degli scantinati crollati.

In seguito ad un’ulteriore suddivisione del feudo nella metà del XVIII secolo, sui resti di un più antico edificio sulla terrazza sottostante l’antico palazzo, da allora chiamato Palazzo Superiore (Horní zámek), gli Zedwitz edificarono una nuova residenza chiamata Palazzo Inferiore (Dolní zámek). Anche questo palazzo aveva una pianta rettangolare, con un secondo piano in legno o in legno e muratura. Intorno alla prima metà del XIX secolo furono aggiunte alla facciata est due ali di minore lunghezza. La struttura si conservò praticamente inalterata fino agli anni Cinquanta, quando il repentino deterioramento la rese talmente irriconoscibile da essere demolita intorno al 1965 senza alcuna documentazione.

Collegamenti:

http://hrady.dejiny.cz/neuberk/index.htmhttp://www.hrady.cz/index.php?hid=221