Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Monumenti A-J
Monumenti J-N
Monumenti O-Ž
Mappa dei monumenti
Zone monumentali
Le torrette panoramiche
Luoghi di pellegrinaggio
Bečov - castello e palazzo  

Bečov - castello e palazzo Bečov - palazzo Il centro storico di Bečov è dominato dal complesso di uno dei castelli tardo-gotici che si sono meglio conservati in Boemia. L’alto promontorio roccioso è sovrastato da due torri: la più piccola ospita la cappella della Visitazione della Vergine Maria, decorata con eccezionali dipinti murali del 1400, mentre la più grande è un dongione (una torre ad uso abitativo) del 1500 circa. Sotto la dinastia di Pluh di Rabštejn, nel primo quarto del XVI secolo, le due torri furono collegate da una nuova ala a tre piani che ospitava le sale per i banchetti. Il nuovo palazzo rinascimentale, noto come Palazzo Pluh, ha preservato lo stile classicista. Un’alta torre cilindrica proteggeva l’accesso al castello dal lato sud. Demolita nel 1623, la parte inferiore della torre è stata successivamente trasformata in una terrazza panoramica. Durante la Guerra dei Trent’anni il castello fu conquistato e saccheggiato dall’esercito svedese. Nel corso delle successive riparazioni, su progetto del comandante dell’esercito del castello Jan Lacron fu edificato un imponente bastione con cannoni sul fossato nei pressi dell’ingresso dalla città, su cui fu costruito un palazzo in stile barocco all’inizio del XVIII secolo. I lavori si svolsero in due tappe, la prima a partire dal 1701, la seconda nel periodo 1710 – 1713. Elemento dominante del palazzo è la torre ottagonale con biblioteca e cappella. Fortunatamente, la prevista ristrutturazione in stile romantico del 1860 secondo il progetto dell’architetto Josef Zítek non fu realizzata, ma furono soltanto rinnovate le terrazze del palazzo. L’aspetto medievale si è preservato in quanto il castello fungeva da semplice base economica. Grazie ad un’ampia e complessa attività di ristrutturazione, nel 1996 il Palazzo Inferiore è stato aperto al pubblico, e dal 2002 ospita il Reliquiario di San Mauro. 

Bečov - palazzo Reliquiario di Bečov

Nella sala dei tesori del Palazzo Inferiore è custodito uno dei più preziosi gioielli della Repubblica ceca, il Reliquiario di San Mauro. L’opera fu elaborata nel primo trentennio del XIII secolo per il monastero benedettino di Florennes, nell’odierno Belgio, allo scopo di preservare le reliquie di San Mauro, San Timoteo e San Giovanni Battista. Il reliquiario è un esempio di oreficeria romanica tombale del Circolo di Colonia e della Mosa. Il nucleo in legno ha un ricco decoro in argento e rame dorato che crea elementi figurativi in rilievo e in filigrana, è abbellito da placche smaltate e laccate, pietre preziose e gemme antiche. Dopo la chiusura del monastero durante la rivoluzione francese il reliquiario passò ad Alfredo di Beaufort – Spontin, che dopo averlo fatto restaurare lo collocò nel suo palazzo di Bečov. Costretti ad abbandonare il palazzo alla fine della Seconda Guerra Mondiale, i Beaufort nascosero il reliquiario sotto il pavimento della cappella, dove rimase per quasi quarant’anni. Il reliquiario fu riportato alla luce solo nel 1985, in pessime condizioni. I complessi lavori di restauro di questo eccezionale cimelio d’importanza europea sono durati ben undici anni.


Curiosità: Come Pluh di Rabštejn riuscì a salvare il suo castello

Collegamenti:
www.zamekbecov.cz
http://www.becov.cz  
www.hrady.cz/index.php?OID=695
www.hrady.cz/index.php?OID=1205
www.hrady-zamky.cz/hz-becov/
www.pruvodce.com/becov/
www.zamky-hrady.cz/1/becov.htm