Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Curiosità naturali
Riserve naturali e Aree Paesaggistiche Protette
Montagne, alture e colline
L’acqua
Degli alberi monumentali
Miniere di Vernéřov  

Miniere di Vernéřov Al di sopra di Vernéřov, al crocevia delle piste ciclabili, si trova una tabella informativa su Horní Paseky. Intorno al 1490 i fratelli Vít e Oldřich Zedtwitz ricevettero dal re ceco Vladislao il permesso di aprire e possedere delle miniere d’oro, d’argento e di altri metalli nel territorio di Aš. Si estraeva a Vernéřov e Paseky. Non è noto per quanto tempo si sia estratto a Vernéřov, ma ancora nel 1700 Kryštof Zedtwitz fece iscrivere presso il Registro commerciale un accordo per l'estrazione di metalli e minerali. Nel XV e nel XVI si estraeva lo stagno mediante lavaggio. Questo tipo di estrazione dei metalli lasciava sulle rive dei ruscelli ammassi di residui lavati. Negli anni ’30 del XX secolo fu dato il nome di “Na Pískách” ad un gruppo di 13 case con 84 abitanti, facente parte del comune di Vernéřov. I resti dell'attività mineraria sono un monumento naturale protetto e si trovano circa 500 m in direzione ovest. L’area è raggiungibile da questo crocevia lungo il sentiero boschivo che conduce alla taverna di Vernéřov. Dopo 200 m svoltiamo a destra, seguendo il sentiero boschivo e poi continuiamo ancora per circa 300 m. Lì troviamo solo degli ammassi, e sopra l’ingresso alla miniera un blocco di cemento coperto.