Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Curiosità naturali
Riserve naturali e Aree Paesaggistiche Protette
Montagne, alture e colline
L’acqua
Degli alberi monumentali
Rocce di Svatoš  

Panorama da Kozí horyFra Loket e Karlovy Vary il fiume Ohře s’incunea attraverso il massiccio granitico della Foresta di Slavkov creando un canyon profondo. In molti punti, l'erosione piovana ed eolica ha prodotto diversi gruppi rocciosi interessanti, come Strážce nel massiccio Kovářky, il roccioso belvedere “nad Vildenavou”, da cui si può ammirare un meraviglioso panorama del fiume che attraversa i meandri di Kovářky e gli enormi campi di detriti di granito. Alla fine del canyon questo teatro di pietra è chiuso dalle bellissime rocce di Svatoš, che raggiungono i 50 m di altezza e sono frammentate in possenti pilastri e piramidi rocciose a causa di un complesso sistema di crepe e fenditure, che alla fantasia umana ricorda un corteo nuziale. Per questo motivo si sono originati in passato diversi miti e leggende su Jan Svatoš (Hans Heiling) e le nozze pietrificate. I singoli gruppi rocciosi devono il proprio nome agli invitati alle nozze.

Panorama dal ristoranteDurante il Romanticismo, queste leggende ispirarono molti artisti per le loro opere letterarie o teatrali (Goethe, Körner, Spiess, Mužík, i fratelli Grimm). Jindřich Marschner utilizzò il motivo della leggenda per la sua opera più famosa “Hans Heiling”. Le rocce di Svatoš quindi cominciarono ad attrarre turisti ed ospiti termali, diventando un luogo di villeggiatura molto amato anche per i canottieri, i ciclisti, gli scalatori e purtroppo anche per i motociclisti e le gite organizzate in autobus.

Ponte sospeso delle rocce di SvatošPur distando solo pochi minuti da Karlovy Vary, durante l’alta stagione il traffico lungo la stretta stradina fra Doubí e le rocce di Svatoš è piuttosto intenso. Se optate per la bicicletta, state molto attenti, si rischia di essere travolti dai motociclisti! La città si trova su sentiero ciclabile Loket - K.Vary, attraversato dalla pista ciclabile principale n.204. Il sentiero ciclabile, terminato nel 2003, è diventato il percorso preferito nella regione di Karlovy Vary, tanto che durante l’alta stagione si formano vere e proprie code di ciclisti. Presso le rocce di Svatoš troviamo un ristorante, un campo per canottieri ed un ponte sospeso sull'Ohře. Le rocce di Svatoš sono senza dubbio l'area più popolare per l’alpinismo nella regione di Karlovy Vary, e quando il tempo è bello sono affollatissime. Grazie al gran numero di percorsi si riesce comunque a trovare posto per scalare. Il grado di difficoltà è compreso fra III e IX, quindi le rocce sono adatte sia per i principianti che per gli esperti. Ma torniamo alle rocce di Svatoš.

Panorama delle Rocce di SvatošLa città locale per la sua unicità è stata proclamata già nel 1933 monumento naturale protetto (insieme alle torbe di Kladská è stato il primo monumento naturale della regione di Karlovy Vary); l’11 giugno 2007 le rocce di Svatoš sono state proclamate monumento naturale nazionale. Sono protette in particolare le formazioni rocciose di granito, geomorfologicamente uniche, insieme ai frammenti dei pini originari e la presenza di specie vegetali rare e a rischio. Le formazioni rocciose sono composte dal cosiddetto granito di Loket (granito biotico porfirico con grandi cristalli di ortoclasi) con la caratteristica frammentazione a blocchi.