Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Curiosità naturali
Riserve naturali e Aree Paesaggistiche Protette
Montagne, alture e colline
L’acqua
Degli alberi monumentali
Riserva naturale nazionale SOOS  

Biglietteria all’ingresso della riserva SOOSLa riserva Hájek-SOOS fu proclamata nel 1964 su una superficie di 221 ha. Si tratta dSOOSi un vasto complesso di torbiere e paludi, da cui sgorga una grande quantità di sorgenti minerali e anidride carbonica pura nelle cosiddette mofete – vulcani di fango. È accessibile attraverso il sentiero educativo a passerelle lungo 1,2 km. Il percorso passa per il fondo di un lago salato prosciugato, dove, dalle guaine delle alghe lacustri, è sorta una rarità europea – il cosiddetto scudo di diatomite. Il bizzarro terreno è stato sconvolto dall’erosione e coperto dalle efflorescenze gialle e bianche dei sali minerali. Dal 2005 la riserva Sorse fa parte della rete di località europee importanti.
 SOOS
Nella riserva Mofeta della riserva SOOSvivono diverse specie animali protette e crescono diverse piante da wetland ed alofite, come l'alofita rara orchidea relittuale. Nell’area si trovano inoltre un'esposizione geologica, uno zoopark (stazione per la tutela delle specie animali), un museo che ospita la mostra “Příroda Chebska a Příroda SOOSu” (La natura della provincia di Cheb e della riserva SOOS) ed un nuovo padiglione che ospita la mostra “Dějiny Země, paleontologie” (Storia della Terra, paleontologia), riproduzioni su schermo gigante delle immagini di Zdeněk Burian e alcuni modelli di lucertole preistoriche a grandezza naturale. Si sta valutando da diverso tempo la possibilità di istituire qui il centro informazioni sismico del geoparco ceco-bavarese.

SOOSL’insolito nome Soos deriva dalla parola tedesca “Satz”, sedimento. Soos è una delle riserve naturali di maggior valore in Repubblica ceca ed ospita un vasto complesso di torbiere e paludi minerali. In passato c’era un laghetto scomparso per l'accumulo di sedimenti minerali – la diatomite. Gli strati di diatomite, spessi diversi metri, sono stati pervasi da sorgenti minerali profonde, sgorganti in piccoli crateri profondi 10 - 80 cm. Si tratta di fenomeni molto rari in Repubblica ceca detti mofete – eruzioni secche di CO2 e falsi vulcani di fango con acqua effervescente e fango. Le più ricche sono la Sorgente imperiale con efflusso trattato e la sorgente Věra. Attraversa la riserva un sentiero educativo (a pagamento ed accessibile solo a piedi). Vale la pena visitare la riserva in qualunque momento dell'anno, perché in ogni periodo i vulcani di fango e le mofete si manifestano in modo diverso. 
Nei dintorni un tempo si estraeva il caolino, come ricordano i binari stretti ed i resti degli edifici minerari. Di fronte all’ingresso della riserva c’è il Museo del Soos ed accanto il Museo degli animali preistorici. Non lontano dall’ingresso della riserva ci sono un vecchio granaio in legno e la stazione d tutela degli animali. 
Nei dintorni possiamo ancora visitare altri luoghi di interesse. Nel piccolo villaggio di Stodola, non lontano da Nový Drahov, si è conservato un mulino con granaio in legno e muratura. Gli amanti della natura potranno visitare la Casa delle farfalle di Žíroviceche offre la possibilità di ammirare farfalle vive e imbalsamate.