Skip Navigation Links
Ignora collegamenti di spostamento
Česky
Deutsch
English
Español
Français
Italiano
Pусский
Ignora collegamenti di spostamento
Informazioni generali
Informazioni per i visitatori
TOP TEN
Alloggio Regione di Karlovy Vary
Informazioni praticheExpand Informazioni pratiche
Istituzioni culturaliExpand Istituzioni culturali
TermaliExpand Termali
NaturaExpand Natura
Attrazioni turisticheExpand Attrazioni turistiche
Sulle tracce della storiaExpand Sulle tracce della storia
Come l’uomo cambia il volto della regioneExpand Come l’uomo cambia il volto della regione
Attività sportiveExpand Attività sportive
CuriositàExpand Curiosità
Galleria fotografica
Visita virtuale della regione
Visita virtuale della regione  

 Karlovy Vary - Colonnato del Mulino

 Karlovy Vary - Colonnato del Mulino

GPS : 50°13'30.72"N, 12°52'54.84"E

Colonnato in stile neorinascimentale completato nel 1882 secondo il progetto dell’architetto J. Zítek, lungo 132 metri e largo 13 m. Copre complessivamente le cinque sorgenti del Mulino, della Roccia, di Libuše, del conte Venceslao e di Rusalka. La struttura comprende 124 colonne; il palco dell’orchestra è decorato con rilievi allegorici, opera dello scultore di Karlovy Vary Václav Lokvenc. Sulle balaustrate della terrazza di copertura sono collocate dodici statue allegoriche simboleggianti i singoli mesi dell’anno.
 Karlovy Vary - Cripta I.

 Karlovy Vary - Cripta I.

GPS : 50°13'21.72"N, 12°53'4.2"E

Questo cimitero, che un tempo circondava anche il nuovo edificio della chiesa (Chiesa di Santa Maria Maddalena), fu chiuso nel 1784. Le ossa riesumate sono conservate nella cripta della nuova chiesa.

 Karlovy Vary - Teatro - Il sipario di Klimt

 Karlovy Vary - Teatro - Il sipario di Klimt

GPS : 50°13'15.96"N, 12°52'54.48"E

Il Teatro Civico fu costruito secondo il progetto dello studio degli architetti viennesi Ferdinand Fellner e Hermann Helmer, a cui si devono anche l’impianto d’illuminazione, i lampadari e soprattutto le lampade in stile rococò della scalinata. La decorazione degli interni e i dipinti furono commissionati ai fratelli Gustav ed Ernest Klimt e a Franz Matsch.

 Mariánské Lázně - Colonnato principale

 Mariánské Lázně - Colonnato principalea

GPS : 49°58'36.12"N, 12°42'23.4"E

(1888-89, secondo il progetto degli architetti Miksch e Niedzielski). L’elevata costruzione in ghisa fu fusa negli impianti siderurgici di Blansko. Ha una decorazione eccezionale, composta da un soffitto in legno a cassettoni con affreschi risalenti al 1979, opera di J. Vyleťal.

 Mariánské Lázně - Fontana canterina

 Mariánské Lázně - Fontana canterina

GPS : 49°58'36.48"N, 12°42'22.32"E

La fontana canterina fu costruita tra il 1982 e il 1986 sotto il patrocinio del Comitato Nazionale Comunale di Mariánské Lázně, nell’ambito della ristrutturazione dello spazio del colonnato nell’area “Maxim Gorky”. La fontana fu progettata dall’architetto Pavel Mikšík; l’ing.arch.dott. Otakar Kuea e l’ing. Pavel Janeček fornirono il supporto tecnico ed architettonico. La prima composizione musicale eseguita dalla fontana fu la “Musica per la fontana” di Petr Hapka, cui seguirono altre opere di F. Chopin, W.A. Mozart, J.S. Bach, Ch. Gounod, B. Smetana, A. Dvořák e altri compositori. La fontana suona ogni ora dispari; le composizioni musicali si alternano seguendo un ordine regolare. La fontana canterina suonò per la prima volta il 30 aprile 1986.

 Lázně Kynžvart - Il cortile del castello

 Lázně Kynžvart - Il cortile del castello

GPS : 50°0'15.84"N, 12°36'19.8"E

Il singolare arredamento degli esterni è composto dai prodotti in ghisa degli impianti siderurgici Metternich – la fontana nel cortile, la statua di Diana sotto il castello, le panchine mobili, nonché gli oggetti tecnici – il padiglione panoramico nei pressi della Cappella del bosco, la grata che chiude la corte d’onore, la balaustra dei ponticelli, ecc.

 Lázně Kynžvart - La sala da pranzo del castello

 Lázně Kynžvart - La sala da pranzo del castello

GPS : 50°0'16.2"N, 12°36'18.72"E

All’epoca del Cancelliere questo spazio era occupato da una galleria degli antenati, che il principe Richard volle convertire in sala da pranzo con rivestimenti in legno dopo il 1870. I ritratti di famiglia furono preservati. Sul camino è appeso il ritratto dell’antenato più famoso del Cancelliere, Lothar von Metternich, arcivescovo di Treviri e principe elettore. Il servizio da tavola dorato con sottocoppe a specchio sono opera della compagnia parigina Thomire, e fu donato al principe Richard e a Pavlína Metternich come regalo d’addio dalla città di Parigi, nel 1870. La credenza a sinistra contiene un servizio di porcellana decorato con oro e cobalto, originario di Sevres, nei pressi di Parigi.

La cattedrale a tre navate

Chlum svaté Maří - La cattedrale a tre navate

GPS : 50°9'0"N, 12°32'10.32"E

Cattedrale principale a tre navate, lunga 36 metri e larga 29, con una pianta a croce latina con transetto leggermente aperto. L’ingresso conduce nelle strette navate laterali, essendo impossibile accedere alla navata principale a causa della sistemazione della cappella dell’adorazione sul lato occidentale. Una trave sospesa più stretta sostiene la galleria dell’organo, seguita da due spazi con volta a botte e settori divisi da una banda al di sopra di una colonna doppia. La cella delle colonne è decorata da pilastri in stile corinzio a sostegno della trabeazione, che termina con un cornicione a mensola. Sui lati est e ovest, la navata principale è collegata da pilastri in stile corinzio scanalati e bande scanalate a creare uno spazio unico indipendente. La trave delle navate laterali che accompagnano sia la navata principale che la trave sospesa si aprono attraverso arcate verso la navata principale.

 Teplá - Biblioteca del monastero

 Teplá - Biblioteca del monastero

GPS : 49°58'1.92"N, 12°52'41.52"E

La sala principale della biblioteca è lunga 24 m, larga 12 m e alta 1,5 m. Gli affreschi del soffitto, opera di Karel Kratner, professore dell’Accademia dell’Arte di Praga, raffigurano la celebrazione della Santissima Eucaristia, quattro Dottori della Chiesa e quattro evangelisti. La seconda biblioteca più grande della Repubblica ceca contiene oltre centomila volumi.

 Teplá - La navata principale della chiesa

 Teplá - La navata principale della chiesa

GPS : 49°57'59.76"N, 12°52'43.32"E

La Chiesa dell’Annunciazione fu consacrata nel 1232 dal Vescovo di Praga Jan II.

 Cheb - piazza

 Cheb - Náměstí Krále Jiřího z Poděbrad (Piazza del Re Giorgio di Poděbrady)

GPS : 50°4'46.56"N, 12°22'12.72"E

 Kynšperk - Il ponte pedonale di legno

 Kynšperk - Il ponte pedonale di legno

GPS : 50°7'19.92"N, 12°31'32.88"E

La posizione geografica della cittadina di Kynšperk nad Ohří, situata sulla riva del fiume Ohře e quindi in direzione opposta alla linea ferroviaria, rese necessaria la costruzione di un ponte che collegasse le due sponde. La vecchia passerella in legno esistente veniva spesso danneggiata dalle piene del fiume, molto frequenti in primavera durante lo scioglimento delle nevi, e soprattutto non consentiva il trasporto di carichi più pesanti. Pertanto, tra il 1875 e il 1876 fu costruito un ponte di ferro appoggiato su pilastri di pietra, situato dietro il birrificio, dove il corso del fiume era più stretto. Dopo aver scavato il pendio che scendeva verso il fiume fu costruita la strada che, partendo dalla città, raggiungeva l’altra sponda del fiume per poi continuare fino a Pochlovice, attraverso la linea ferroviaria. Solo la regolamentazione del fiume Ohře sotto la città consentì, tra il 1923 e il 1924, la sostituzione del vecchio attraversamento in legno con una nuova passerella in cemento. Il fiume fu quindi attraversato da una banchina lunga quasi 130 m, incorniciata da un imponente arco nel tratto di attraversamento del fiume. Il ponte e la passerella pedonale, che alla fine della seconda guerra mondiale furono distrutti dalle unità militari tedesche, in un primo periodo furono sostituiti da attraversamenti provvisori in legno costruiti con l’aiuto dell’esercito. La passerella di legno fu distrutta da un’alluvione nel 1950. Le imprese comunali locali decisero quindi di costruire al suo posto una nuova passerella coperta. Il ponte di legno provvisorio fu sostituito da una struttura in cemento armato, realizzata solo tra il 1955 e il 1957.